ADHD in pratica - 2014


Commento: Colmare il divario tra pazienti e operatori sanitari
Rob Rodrigues Pereira
pp 3-3
Uno degli obiettivi di una rivista medica è la sensibilizzazione su un problema medico o psicologico e la promozione di una maggiore conoscenza dell’argomento da parte dei lettori, che dovranno poi cercare di integrare le nuove informazioni acquisite nella propria pratica clinica. L’implementazione di un nuovo intervento può tuttavia rivelarsi molto più complicato del condurre una ricerca di base.
ADHD e fumo nell'adolescenza - come intervenire?
Julianne Dare e Fiona Finlay
pp 4-6
È ben documentato che gli adolescenti con sindrome da deficit di attenzione e iperattività (ADHD) tendono a fumare più dei coetanei non affetti da ADHD (19–46% vs. 10–24% rispettivamente). Gli adolescenti con ADHD iniziano a fumare prima dei coetanei e hanno una maggiore probabilità di progredire ad un uso regolare, trovano più difficile smettere e mettere via la sigaretta per sempre. In questo articolo, consideriamo l’evidenza per comprendere perché gli adolescenti con ADHD hanno una maggiore probabilità di fumare e esaminiamo le strategie di prevenzione del tabagismo.
Resistenza non violenta e ADHD
Peter Jakob
pp 7-11
La resistenza non violenta (RNV) è una nuova forma di terapia familiare sistemica, espressamente sviluppata all’inizio per aiutare le famiglie a rispondere in maniera più efficace al comportamento aggressivo, violento, lesivo o autodistruttivo dei bambini. Più recentemente, le tecniche RNV sono state integrate nei principi della terapia cognitivo-comportamentale per aiutare le famiglie dei giovani con comportamento caratterizzato da ansia-evitamento, compulsione o auto-isolamento e non collaboranti alla terapia psicologica.
Conferenza UKAP 2014 - ridurre il costo dell'ADHD
Jack Hollingdale e Emma Woodhouse
pp 12-13
La 1ª conferenza UKAP (UK ADHD Partnership) si è tenuta lo scorso aprile a Londra e ha riunito un pannello multidisciplinare di esperti per esplorare i costi diretti e occulti della sindrome da deficit di attenzione e iperattività (ADHD) per i servizi scolastici, penali e sanitari. L’atmosfera tra i delegati internazionali è stata di eccitazione, anticipando le presentazioni delle più eminenti autorità nell’ambito dell’ADHD, che hanno discusso problematiche urgenti di attualità e progetti per il futuro.
Atteggiamento dei genitori verso i farmaci per ADHD e concomitante disabilità
Sunkanmi Osunsanmi e Nathan Hodson
pp 14-16
La sindrome da deficit di attenzione e iperattività (ADHD) è un disturbo del neurosviluppo caratterizzato da alterazioni dell’attività, dell’attenzione e del controllo degli impulsi. L’alterazione dell’attività si manifesta spesso come eccessiva irrequietezza motoria e iperattività non mirata. Il deficit di attenzione indica l’incapacità di continuare un’attività pertinente all’età e la tendenza alla distrazione e alla disorganizzazione. L’impulsività è principalmente la tendenza ad “agire prima di pensare,” la scarsa autoregolazione e la gratificazione immediata. I sintomi dell’ADHD sono presenti in quasi tutti i quadri clinici, sono associati a disabilità cognitive e sociali del bambino o del giovane affetto, e gravano inoltre in modo significativo sulla salute e sul benessere delle loro famiglie.

L'ADHD in pratica è stato precedentemente supportato da Shire dal 2010 al 2014.

Le informazioni, opinioni e dichiarazioni contenute in questi articoli sono quelle dei partecipanti interessati e non sono necessariamente approvate da sponsor, editore, direttore o redazione. Tutto il materiale incluso in questa edizione è stato tradotto dall’inglese da First Edition Translations Ltd. Di conseguenza, gli sponsor, l’editore, il direttore e la redazione e i rispettivi dipendenti, funzionari e agenti declinano ogni responsabilità per le conseguenze dovute

Il titolo ADHD in pratica appartiene a Hayward Medical Publishing e PMGroup Worldwide Ltd e assieme al contenuto è tutelato dalle leggi di copyright. © 2019 PMGroup Worldwide Ltd. Tutti i diritti riservati. È vietato riprodurre, distribuire o pubblicare integralmente, in parte o in qualsiasi formato le informazioni contenute nel sito senza l'autorizzazione della casa editrice. Tutta la corrispondenza deve essere indirizzata a: admin@hayward.co.uk

ISSN 2044-8112 (Edizione cartacea)  ISSN 2044-8120 (Edizione online)